Crea Account / Accedi

Make yourself at home!

You’re currently browsing our International site, but our family reaches across the world.

To make sure you’re supporting your local Mary’s Meals, please select your country from the list below.

If you can’t see your country then don’t worry! You can use our International site.

I bambini si siedono insieme per mangiare a scuola.

Come raggiungiamo i bambini più vulnerabili

Sfamiamo oltre 2,4 milioni di bambini ogni giorno di scuola in 18 paesi di tutto il mondo.

Published on

Da oltre due decenni il nostro programma di alimentazione scolastica sta generando un cambiamento reale in alcune delle comunità più povere e vulnerabili del mondo. Istruiamo una generazione di bambini che sarà in grado di costruire un futuro senza fame e povertà.

I nostri nutrienti pasti sfamano oltre 2,4 milioni di bambini ogni giorno, a scuola, in 18 paesi di tutto il mondo. Nessun contesto è uguale ad un altro e le comunità con cui collaboriamo vengono selezionate con cura tra i luoghi con maggiori necessità. Sono Paesi dove fattori come l'estrema povertà, conflitti, inflazione e l'emergenza climatica fanno crescere i tassi di malnutrizione infantile e ostacolano l'accesso all'istruzione.

Haiti, Liberia e il Sudan Del Sud sono solo alcuni dei paesi in cui affrontiamo sfide estreme per portare ai bambini la speranza di un futuro migliore semplicemente con un pasto a scuola. Troppo spesso, il pasto preparato dai volontari di Mary's Meals è l'unico pasto che riceveranno in giornata.

I bambini sono al centro di tutto ciò che facciamo in Mary's Meals, e il nostro movimento - la nostra grande famiglia, determinata ad aiutare sempre di più - si impegna a fornire i pasti scolastici quotidiani promuovendo l'accesso all'istruzione per i più vulnerabili.
In tutte le scuole in cui vengono serviti i nostri pasti, ogni bambino riceve lo stesso pasto e nessuno viene escluso: questo favorisce l'inclusione e l'uguaglianza tra i bambini nelle comunità. Abbiamo visto come studenti provenienti da fazioni opposte nella guerra in Sudan Del Sud si siano uniti per consumare lo stesso pasto.

Un cuoco volontario serve cibo in una scuola.

Sosteniamo le comunità più vulnerabili al mondo, siamo in quei luoghi dove fame e insicurezza alimentare colpiscono la popolazione.

A guidarci è la necessità di aiutare e ci impegniamo, quotidianamente, a sostenere i bambini che vivono in alcuni dei contesti più estremi, instabili e insicuri dal punto di vista alimentare nel mondo.
Sebbene l'idea di fornire cibo in un luogo di istruzione sia semplice, portare pasti scolastici è un'operazione complessa.
Decidere con quali comunità lavorare richiede molte considerazioni e la scelta di determinate azioni: abbiamo un processo di selezione ben sperimentato per guidare le scelte che facciamo.

Identifichiamo innanzitutto i paesi in cui i bambini soffrono a causa di alti livelli di povertà, una forte insicurezza alimentare e la malnutrizione è diffusa tra la popolazione. Teniamo conto anche dei bassi tassi di iscrizione scolastica. Valutiamo anche se abbiamo tutti i mezzi per fornire pasti scolastici in sicurezza e se esiste una catena di approvvigionamento che sia affidabile e ci consenta di reperire il cibo da consegnare affinchè i pasti arrivino nelle scuole ogni giorno. Teniamo conto anche dei programmi alimentari avviati dai governi o dai privati, già in funzione, e se il nostro programma si adatterebbe al contesto.

A livello locale, una volta che i nostri pasti vengono serviti con successo in un luogo di istruzione, facciamo in modo di  raggiungere le altre scuole nella stessa area qualora ci sia bisogno. Questo permette ai bambini di frequentare la scuola più vicino rispetto ad una più lontana che fornisce pasti.

Un volontario consegna forniture di aiuto a una scuola.

Pianificando attentamente queste operazioni, concretizziamo la nostra volontà di rispondere al bisogno inequivocabile che ci si presenta davanti. E, occasionalmente, si verificano situazioni puramente fortuite. Durante un viaggio in Malawi alcuni anni fa, Magnus MacFarlane-Barrow, fondatore di Mary's Meals, fu invitato da un club locale a salire su una grande montagna - chiamata Chaoni Hill - nella Domenica di Pentecoste. Dopo ore di scalata raggiunsero un villaggio con una chiesa dove persone di culture e fedi diverse stavano arrivando per festeggiare insieme. La voce sull'arrivo di Magnus si era diffusa e, mentre stava lasciando la chiesa, fu accolto da diverse centinaia di persone in un campo da calcio. Alcuni di loro arrivavano dalla montagna vicina pur di partecipare. Membri del gruppo spiegarono che circa 5.000 persone vivevano nei villaggi circostanti e che più di 900 bambini frequentavano l'unica scuola. Come Magnus aveva già visto durante i suoi viaggi, la povertà e la fame stavano causando alti tassi di abbandono scolastico: una classe di più di 100 bambini si era ridotta a soli 13.

Magnus si rivolse alle persone spiegando delle lunghe liste d'attesa per garantire il programma di alimentazione di Mary's Meals a nuove scuole. Si chiese anche come sarebbe stato possibile trasportare il cibo sulla montagna affinché i pasti potessero essere serviti: la strada più vicina era a tre miglia di distanza. La loro risposta immediata fu che avrebbero portato il cibo da un villaggio in fondo fino alla montagna se Mary's Meals avesse potuto consegnarlo lì per i loro bambini. In breve tempo, le stesse persone della comunità di Chaoni stavano facendo proprio questo: uomini e donne lavoravano in collaborazione, con Mary's Meals, offrendo il loro tempo per passare, di mano in mano, i sacchi di grano fin sulla montagna per poi cucinare e servire ai loro bambini un pasto nutriente, ogni giorno scolastico, mentre studiano.

I bambini fanno la fila per essere serviti da mangiare a scuola.

Il ruolo fondamentale svolto dai nostri partner

In paesi come India, Ecuador, Siria, Madagascar e Yemen, i nostri pasti vengono serviti ai bambini attraverso la nostra rete globale di partner locali. Queste organizzazioni specializzate sono sensibili alle complessità della geografia e alle dinamiche politiche e culturali nella loro zona, e naturalmente capiscono che la fame non è solo il risultato della povertà, ma è anche un fattore che contribuisce al ciclo della povertà. Condividono la loro esperienza, la conoscenza e le relazioni e forniscono accesso all'infrastruttura e al personale, lavorando a stretto contatto con noi per garantire che il programma sia realizzato in linea con il nostro approccio e modello. Il loro impegno aiuta il nostro programma a prosperare ed estende la portata dei nostri pasti molto oltre le nostre possibilità.

“Feedback Madagascar” e “Money for Madagascar” (MfM) servono i nostri pasti scolastici a più di 88.000 bambini in 533 istituti educativi ogni giorno. Feedback Madagascar collabora con alcune delle comunità più povere del paese da oltre 30 anni e fornisce i nostri pasti ai bambini in quattro regioni: Amoron'i Mania e Haute Matsiatra nel Madagascar centrale e Vatovavy e Fitovinany nel Madagascar sudorientale.

MfM è un'organizzazione benefica che sostiene i bambini e le famiglie e migliora i risultati educativi nelle zone rurali. Con il loro aiuto, i nostri pasti raggiungono i bambini delle scuole nella regione di Itasy e nella capitale, Antananarivo. Questi bambini sono particolarmente vulnerabili poiché sono costantemente minacciati da condizioni meteorologiche estreme, come cicloni, inondazioni e grave siccità, oltre alla fame.

Il nostro terzo partner a Madagascar, Grandir Dignement, gestisce il nostro programma in un contesto molto speciale: raggiungiamo i bambini estremamente vulnerabili reclusi nei centri di detenzione (e un centro di reinserimento). Questi bambini possono avere anche solo otto anni e vivono in condizioni terribili mentre attendono un processo. Spesso provengono da contesti molto poveri e vengono detenuti per reati minori come il furto di cibo. Grandir Dignement gli insegna a leggere e scrivere, i numeri e fornisce delle competenze professionali. Prima della nostra collaborazione, il lavoro era ostacolato dalla mancanza di un'alimentazione adeguata per i bambini nelle strutture.

Insieme, stiamo portando speranza ad alcuni dei bambini più emarginati del Madagascar, sia nelle scuole che nei centri di detenzione. Alimentiamo il corpo e la mente permettendo l’apprendimento e lo sviluppo anche nei contesti più difficili.

I bambini fanno la fila per essere serviti da mangiare a scuola.

In India, Mary's Meals sta sfamando bambini in alcuni luoghi inaspettati. Quando pensiamo a "luoghi di istruzione", probabilmente immaginiamo scuole appositamente costruite. Tuttavia, in India, i centri di educazione informale esistono in tutto il paese, offrendo ai bambini delle caste inferiori, orfani o abbandonati che vivono in povertà, l'opportunità di imparare e giocare in sicurezza.

In un villaggio nell'Haryana (uno stato del Nord India che circonda New Delhi) noto come Slum Area Sector 7, nascosti tra una serie di case costruite con plastica e cartone, i bambini si riuniscono sotto un telone che copre un terreno arido: qui imparano l'alfabeto hindi. I loro pasti, tanto attesi, sono cucinati dai volontari di Mary's Meals presso un vicino orfanotrofio e arrivano in pentole di metallo dalla strada principale. I bambini riempiono il loro piatto e tornano nella tenda per mangiare.
Nella campagna dell'Uttar Pradesh, i bambini si radunano in un centro creato sotto un tetto di paglia attaccato ad una casa. Qui imparano e ricevono il cibo di Mary's Meals. Quando Magnus MacFarlane-Barrow, CEO e fondatore di Mary's Meals, ha visitato il sito alcuni anni fa, è stato accolto da un uomo le cui tre figlie avevano frequentato il centro e poi erano passate alle scuole ordinarie nelle vicinanze. Ogni giorno, più di 71.000 bambini in scuole e centri di educazione informale in India ricevono i pasti di Mary's Meals attraverso ila collaborazione con il nostro partner locale di lunga data: BREAD.

Le persone sono fondamentali per il nostro successo

Dietro i nostri programmi di alimentazione scolastica ci sono decine di migliaia di volontari che compiono piccoli atti d'amore e rendono realtà la nostra visione - che ogni bambino riceva un pasto giornaliero nel proprio luogo di istruzione.
Molte persone in tutto il mondo stanno facendo la loro parte, unendosi per realizzare qualcosa di veramente straordinario. Il coinvolgimento delle comunità, in ogni parte del mondo, è centrale nel funzionamento del nostro programma.

Il primo passo per portare il nostro programma in un nuovo luogo è una conversazione tra la comunità, la scuola e Mary's Meals. In quel momento vengono delineati i ruoli e le responsabilità di ciascuna parte per garantire che tutto f. Questa partnership a tre vie mobilita genitori, nonni, insegnanti, vicini e persone locali per gestire l'attività quotidiana di consegna dei nostri pasti nelle scuole.

I bambini si siedono insieme per mangiare a scuola.

Mary's Meals è sempre pronta a fornire supporto, formazione e monitoraggio e ad organizzare la fornitura degli ingredienti vitali necessari per produrre i pasti. Ma il servizio dei pasti scolastici è possibile grazie all'interazione e all'impegno a lungo termine delle comunità che guidano il nostro lavoro. In aree più difficili da raggiungere è il lavoro svolto assieme alle organizzazioni partner altamente qualificate - le cui squadre lavorano con le comunità locali - a permetterci di servire i pasti.

In tutto il mondo, c'è un potente movimento globale di persone che ci sostiene. Fundraiser, volontari e sostenitori condividono denaro, tempo, competenze e preghiere per realizzare la nostra missione. Le molte e varie cose che fanno per nostro conto sono davvero incredibili: raccolgono fondi, pianificano attività ed eventi di sensibilizzazione di tutti i tipi, utilizzano i loro talenti e le loro reti per diffondere la parola sul nostro lavoro.

Con il generoso sostegno e la dedizione delle persone che condividono la nostra visione, continueremo a percorrere insieme questa strada, portando pasti scolastici ai bambini vulnerabili che vivono in alcune delle comunità più povere del mondo.

Possiamo tutti contribuire a costruire un domani più luminoso e, in un mondo in cui i bambini continuano a patire la fame e a perdere l'opportunità di frequentare la scuola, dobbiamo farlo.

Scopri di più sul nostro movimento globale e iscriviti alla nostra newsletter compilando il form in basso: