Sconfiggendo i crampi della fame

Quando suo papa' e' mancato Usha non aveva cibo e soldi. Oggi trova la speranza nelle classi di scuola grazie a Mary's Meals. 

Come molti bambini nelle aree rurali inidane, Usha deve camminare a lungo ogni mattina con lo stomaco vuoto.

 “Dato che non ho mangiato il mio stomaco e’ vuoto”, lei ci dice. “Come se ci fosse un tolino dentro, che si muove dento il mio stomaco, sento dei rumori”.

Usha vive con la sua famiglia in un villaggio remoto di Thatha, nell’area rurale di Jharkhand. Una casa grande dove ci sono molte bocche da sfamare.

India e’ il luogo dove 1/3 della popolazione vive in poverta’ e c’e’ una grossa diseguaglianza tra le classi sociali. I livelli di poverta’ sono quattro vole peggiori nelle aree povere che nelle aree ricche.  Per le bambine come Usha – nata in poverta’ – ci sono poche opportunita’.

La sua famiglia vive una vita semplice, Usha cresce con quello che coltivano nel giardino dietro la loro casa, e nella foresta con i frutti e le verdure che riescono a procurarsi. La tecnologia non ha gia’ raggiunto questa area del mondo. Nessuno nelle loro piccole case ha televisione o telefono, Il papa’ di Usha e’ mancato quando lei era piccolissima, e sua mamma fatica per fare crescere la familgia da sola.

“Quando mio papa’ e’ mancato non avevavmo cibo e soldi”, Usha ci dice. “Ma la situazione e’ molto migliorata grazie al fatto che mio fratello ha un buon lavoro e ha finito la scuola.”

Nonostante lui ora ha un buon lavoro, tutti e due I suoi Fratelli hanno deciso di non lasciare il loro Villaggio, essendo esempi per gli altri. Uno e’ un poliziotto e l’altro lavora per il governo locale.

 

Usha si sveglia alle 5 ogni mattino per lavarsi e raccogliere l’acqua al villaggio nel pozzo. Cammina per 5km, con i suoi libri, per due ora di cammino fino alla scuola St Theresa’s Middle School. Arriva spesso non appena la campana suona.

“Non ho fatto colazione prima di andare a scuola e quindi mi stanco molto”, ci dice. “Trovo molto difficile sopportare i crampi della fame non vedo l’ora di poter mangiare non appena la campana suona ancora. Corro in cucina, ma permetto ai bimbi piu’ piccolid i mangiare prima di me”.

Alla St Theresa’s Middle School, il tempo del pasto e’ davvero benvenuto. Per Usha e molti suoi compagni di classe, il pasto e’ offerto da Mary’s Meals. Il primo pasto e spesso unico pasto del giorno.

“Mi sento bene quando mangio e piu’ rilassata”, ci dice. “Mi da la forza per studiare e concentrarmi in classe. Mi insegnano bene i professori e il pasto e’ davvero buono”.

Sua nonna, Sudhema aggiunge: “non conosco molto circa cosa Usha fa a scuola, ma lei sempre parla del cibo che mangia a scuola. Dice a volte che e’ meglio il cibo della scuola che della casa!”.

Usha ha un grande sogno, anzi due grosse ambizioni per la sua carriera. Lei sa che l’educazione e’ la chiave per una vita migliore e diversa. “Mi piace studiare”, ci dice. “Non lo dico tanto per dire! Non mi vedo fuori dal mio villaggio, devo essere consapevole di questo. Per ora sto ora crescendo, educandomi e mangiando”

“Mia mamma fatica per farci crescere e mi guarda con amore, cosi quando lei sara’ anziana, io spero di potermi prendere cura di lei. Voglio essere un’infermiera, ma anche un’insegnante da grande. Pensi sia possibile fare tutte e due le cose insieme?”.