L’arte di vivere con generosità

Magnus MacFarlane-Barrow con il lancio del suo nuovo libro spiega perché è il momento giusto per parlare di donazioni

Back to all stories | Posted on 25/05/21 in Blog

Il tempo che passa tra la scrittura di un libro e la sua pubblicazione può alle volte lasciare l’autore in balia di eventi che potrebbero all’improvviso rendere il suo lavoro obsoleto, o semplicemente inutile. Ho finito di scrivere GIVE mesi prima che venissero a galla i primi casi di Covid-19. Non avrei mai potuto immaginare gli avvenimenti successivi e l’impatto che avrebbe avuto sulle nostre vite. Tuttavia, in questo caso, sembra che il mutato contesto della nostra vita abbia reso i messaggi centrali del libro ancora più pertinenti, date le circostanze.

“Gli atti di carità fanno entrare luce nel mondo. Questo è più evidente quando avvengono nel buio”. Queste sono le frasi di apertura di GIVE. Ho ripercorso le orrende conseguenze del terremoto di Haiti nel 2010 e la coraggiosa risposta della popolazione locale come esempio lampante che ad ogni oscurità, ogni crisi umana, è soddisfatta dalla bontà e dalla forza di volontà.

La nuova oscurità che ha sconvolto il pianeta da quando ho scritto GIVE è stata contrastata da un’esplosione di atti di carità. In tutto il mondo, piccoli spiragli di bontà illuminano meravigliosamente anche i luoghi più tetri.

Non sono solo gli individui ad essere stati messi alla prova in questa pandemia. Anche le organizzazioni caritatevoli lo sono state. Alla nostra missione di Mary’s Meals sono state poste domande più grandi che mai. Come possiamo andare avanti quando i nostri sostenitori affrontano difficoltà economiche e incertezze? Come ci comportiamo quando le scuole dove serviamo i pasti ai bambini affamati sono chiuse? A queste domande hanno risposto in modo spettacolare i sostenitori dal cuore enorme che compongono questa famiglia, tutti quanti assistiti da un’organizzazione così profondamente coinvolta nella sua missione, nei valori e nella visione che unisce tutti noi. In un capitolo di GIVE chiamato “La mappa delle stelle” propongo che solo conoscendo profondamente i nostri valori, possiamo rimanere fedeli alla nostra missione e guidarla nei momenti difficili.

“Se ci viene affidato il compito di essere amministratori e leader di una missione caritatevole, prendiamoci del tempo per conoscere le costellazioni che ci guidano. Facciamo nostre quelle stelle e non lasciamoci abbindolare da altre che possono alle volte brillare di più ma che non possono diventare una mappa per il nostro particolare viaggio. Diventiamo così familiari con le nostre costellazioni che potremmo cavalcare il nostro cavallo attraverso la più nera delle notti senza andare fuori strada e trovarci ancora al galoppo la mattina dopo, quando la prima luce del sole nascente annuncia il dono di un nuovo giorno”.

Quando ho scritto GIVE non sapevo che stavamo per galoppare a capofitto in una notte davvero molto buia. Ma ora so che i valori di Mary’s Meals, quelli che ci hanno dato la nostra identità e ci guidano nella stessa direzione quando è buio, sono le cose più importanti di tutte. Senza di loro non avremmo potuto continuare a raggiungere tutti quei bambini con un pasto quotidiano. In loro assenza, sarebbe stato perfettamente ragionevole accettare che tutto questo non era possibile. Ma questo non è il mondo di Mary’s Meals, e così ci troviamo invece a galoppare tutti insieme con la stessa energia di sempre verso l’alba.

Come tutti, vorrei che questo virus non fosse mai apparso. Vorrei che se ne andasse. Ma posso dire di essere molto felice di aver scritto questo libro, quando l’ho fatto.

 

“GIVE: l’arte di vivere con generosità” è disponibile in italiano sia online che nelle librerie!

Per acquistarlo clicca qui!

Non esitate a contattarci per ricevere gratuitamente una guida pratica sul volontariato attraverso la diffusione di GIVE