“I bambini vogliono venire a scuola”

Il preside Ataklti spera che Mary’s Meals trasformerà la vita dei bambini in Etiopia.

Back to all stories | Posted on 07 Feb 2018 in Blog

Ataklti Weldu è il preside della Scuola Elementare di Barka, una delle tre scuole nella regione del Tigray, nell’Etiopia del nord, dove da poco i bambini ricevono per la prima volta i pasti di Mary’s Meals.

Con due figli, Ataklti ha la certezza che l’alimentazione scolastica avrà un impatto decisivo sulla vita dei bambini locali, anche su sua figlia di 8 anni, Heron.

Insegnare in una scuola rurale molto lontana comporta delle sfide. Ogni mattina, Ataklti ed Heron affrontano 13 km di cammino per arrivare alla Barka Primary School. È un tragitto lungo e difficile, ma Ataklti si dedica con passione alla sua professione, sa bene che l’istruzione è il fondamento sul quale i giovani della sua comunità costruiranno un futuro migliore.

La scuola non ha insegnanti né classi sufficienti rispetto al numero di bambini che la frequentano. Ataklti ed i suoi colleghi cercano di ovviare al problema con un sistema di turnazione – alcuni bambini seguono le lezioni la mattina, altri nel pomeriggio.

Anche la fame è un problema. La maggior parte delle persone del Tigray sopravvive coltivando quello che può su piccoli appezzamenti di terra. I continui periodi di terribile siccità e l’imprevedibilità delle piogge rendono la sopravvivenza giornaliera una vera battaglia.

Ataklti con sua figlia Heron e suo figlio Aron. 

Solo poche famiglie riescono a produrre cibo a sufficienza per un anno intero. Ataklti ci racconta della difficoltà dei bambini a stare in classe per l’intera durata delle lezioni. Spesso escono prima per andare a cercare qualcosa da mangiare.

Altri non vengono affatto a scuola, restano invece a casa ad aiutare nei campi o vanno a lavorare per guadagnare qualcosa per comprare il cibo. Ataklti spera che Mary’s Meals possa cambiare questa situazione estremamente difficile.

“Per natura i bambini vogliono venire a scuola” dice. “Loro amano la scuola. Se ci fosse un programma di alimentazione, i bambini non mancherebbero mai a lezione e sarebbero sempre presenti.”

Per loro fortuna, adesso i bambini della Barka Primary School ricevono ogni giorno un pasto nutriente con grano e ceci, il piatto locale chiamato kinche.

Ataklti pensa che l’avere la pancia piena terrà i ragazzi in classe, darà loro l’energia per concentrarsi durante le lezioni, aiutandoli a migliorare il loro rendimento scolastico e a realizzare appieno il loro potenziale.