Le parole del nostro Presidente in occasione della Giornata Mondiale dell’Alimentazione

"... se riesco ad aiutare una sola persona a vivere meglio, questo è già sufficiente a giustificare il dono della mia vita". 

Papa Francesco

Carissimi amici e sostenitori,

Il 4 ottobre Papa Francesco ha pubblicato l'ultima Enciclica, sul tema della fraternità e dell'amicizia sociale: "Fratelli tutti".

E' incredibile la lucidità con cui il Santo Padre evidenzia ed analizza le varie problematiche che affliggono le nostre società, le nostre famiglie e la nostra vita. Sono abituato a leggere libri e saggi di geopolitica, ma lo spessore delle riflessioni del Pontefice non ha pari, in termini di completezza e di ampiezza degli argomenti trattati, anche al di là dei classici temi religiosi, se mi passate questa definizione semplicistica.

Papa Francesco porta alla luce, con relativa semplicità, una serie di tendenze nelle nostre società, spesso nascoste da divisioni e ideologie, e ci propone un cammino in grado di modificare il corso della storia.

In occasione della Giornata mondiale dell’alimentazione, vi propongo di soffermarci  su alcune tematiche relative alla  fame nel mondo, e in particolare al punto 189 leggiamo:

"quando la speculazione finanziaria condiziona il prezzo degli alimenti trattandoli come una merce qualsiasi, milioni di persone soffrono e muoiono di fame".

Open quote mark Grazie a Mary's Meals, che con semplicità e facilità ci dona di poter aiutare un bimbo a mangiare almeno una volta al giorno. Close quote mark
Ruggero Poli, Presidente di Mary’s Meals Italia

I prezzi delle merci e materie prime sono quotati nelle borse del mondo, e gli speculatori finanziari comprano quotidianamente milioni di tonnellate di petrolio, rame, argento, e purtroppo anche grano e altri generi alimentari, e lo vendono dopo pochi minuti o dopo settimane, guadagnando cifre impensabili. Non hanno mai visto ne ricevuto la merce, non gli serve e non gli servirà, ma si tratta, nei fatti, di uno scambio di miliardi veri, che avviene per via elettronica, per guadagnare altri miliardi veri.

Se ci soffermiamo sulle speculazioni sul grano, l’aumento del prezzo diciamo per esempio, del 10% in un anno, pemette a  chi ha speculato in borsa di  guadagnare centinaia di miliardi. Ma i soldi non si creano da soli, chi ha pagato questi guadagni di tasca propria? Tutti i consumatori del mondo. Ma con una differenza, per noi il prezzo della pasta è passato da 0,85 € a 0,93 € senza quasi accorgercene , avendo un reddito di diverse migliaia di € all'anno.

Invece, per milioni di persone, che vivono in condizioni di estrema povertà, che guadagnano 1-2 € al giorno, questo vuol dire non poter più mangiare. 

Il Papa ci fa riflettere ricordandoci  che "l'alimentazione è un diritto inalienabile", e che certe speculazioni finanziarie dovrebbero essere evitate quando le conseguenze sono la fame di milioni di persone.

In fondo non sarebbe poi così difficile, basterebbe introdurre l'obbligo per chi compra il grano, di ritirarlo fisicamente, per poi venderlo fisicamente.

Al punto 195 leggiamo:

"... se riesco ad aiutare una sola persona a vivere meglio, questo è già sufficiente a giustificare il dono della mia vita".

Parole che non richiedono commenti, solo lettura e rilettura e cuore e gratitudine.

Grazie a Mary's Meals, che con semplicità e facilità ci dona di poter aiutare un bimbo a mangiare almeno una volta al giorno.

Ruggero Poli, Presidente di Mary’s Meals Italia