Come Mary’s Meals sta aiutando le famiglie ad investire sul proprio futuro

Nella seconda parte di questo blog – incentrato sulla valutazione dell’impatto del nostro lavoro – Gillian McMahon, responsabile dei programmi: politica, ricerca e finanziamento, ci racconta di una delle famiglie che ha incontrato in Malawi mentre conduceva questa ricerca.
Leggete la prima parte: Valutando l’impatto di Mary’s Meals in Malawi

Back to all stories | Posted on 07/06/16 in Blog

Nell’ottobre del 2014 ho avuto il grande piacere di incontrare Dreza Mailosi nella zona rurale del Blantyre, nel Malawi del sud. Dreza ha 79 anni e vive con sua moglie e sua figlia Annie, i suoi tre nipoti, ed anche una giovane ragazza di nome Grace la cui madre (altra figlia di Dreza) è tristemente deceduta.

Grace ha dieci anni e frequenta la scuola elementare Namatete. La prima volta che incontrai Dreza stava ritornando da una mattinata trascorsa ad occuparsi della terra intorno alla sua piccola casa con una zappa e una falce sotto il sole caldo. Disse che le  sue quattro capre e le poche galline erano tutto quello che aveva al mondo. Dreza si sedette e ci parlò della vita di sua nipote Grace dicendo “Questa scuola è circondata da tre villaggi e i bambini non vanno a scuola a causa della fame. Qui il problema maggiore è questo. E’ molto vasto. Ci sono almeno 30 bambini che conosco che non vanno a scuola per la fame. E’ una situazione che mi preoccupa molto”.

“Mia nipote non va a scuola per cinque o sei giorni ogni mese a causa della fame. Quelli sono i tempi in cui noi non abbiamo alcun cibo da offrire alla bambina. Talvolta per la fame, lascia la scuola prima durante il giorno”

Dreza parlò gentilmente del suo forte punto di vista sull’importanza dell’istruzione per i bambini di questa zona. Sebbene ci raccontasse che non aveva avuto alcuna istruzione e non sapesse neanche sillabare il suo nome, diceva “Penso che sia molto importante che i bambini ricevano un’istruzione e vadano a scuola ogni giorno. Mando mia nipote a scuola perché ho visto i benefici di educare le ragazze. Coloro che hanno istruito le loro ragazze, sono entusiasti di ciò perché la ragazza può aiutare a migliorare le vite delle loro famiglie”

“Quindi mandare la mia bambina a scuola ogni giorno è come investire in qualcosa, in modo che in futuro lei possa tenermi per mano”



  

Dopo sei mesi, sono potuta tornare a casa di Dreza. Questa volta lui era fuori a coltivare la terra e ho incontrato sua moglie e sua figlia Annie. Mary’s Meals aveva iniziato a fornire i pasti giornalieri ai bambini della scuola elementare Namatete poco dopo la mia prima visita e Grace aveva beneficiato del programma per almeno due sessioni accademiche intere.
 
Annie mi disse: “Di solito mi preoccupavo perche non avevo abbastanza farina di mais. Talvolta la sera non mangiavamo niente. Cercavamo di fare del nostro meglio cercando del cibo, ma se non trovavamo niente i bambini restavano a stomaco vuoto. Quando succedeva che i bambini si preoccupavano e chiedevano “andremo a letto a pancia vuota?”, dovevo rispondere”Si, non abbiamo niente da mangiare, quindi dobbiamo essere forti e dormire. Quando troveremo qualcosa mangeremo”.
 
“Ora mia nipote non perde la scuola a causa della fame. C’è stato un grande cambiamento. Mary’s Meals ha portato felicità e tutti sorridono, persino i bambini sono sempre felici di correre a scuola e ricevere il porridge.

“Ora non dobbiamo più preoccuparci se i bambini vanno a letto senza niente, sappiamo che prenderanno il porridge a scuola e possiamo fare affidamento su questo”

Sentire queste storie di cambiamento  non mi è nuovo, ma mi colpisce sempre la forza straordinaria dei bambini e delle famiglie che vivono in circostanze fortemente sfidanti. 

Scaricate la versione completa della “ Valutazione dell’impatto di Mary’s Meals in Malawi: Resoconto del primo anno” e leggete le storie sulle famiglie che hanno beneficiato di Mary’s Meals.

Leggi le ultime notizie su Mary’s Meals.